logo
Disabilita preloader

Documenti per ISEE

22/03/2019

L’ISEE, ovvero l’indicatore della Situazione Economica Equivalente, è uno strumento che permette di valutare la condizione economica delle famiglie per poter determinare chi ha diritto agli aiuti sociali o a determinate agevolazioni.

Ma quali sono questi aiuti e agevolazioni?

Gli aiuti che si possono richiedere e le agevolazioni di cui si può usufruire in base all’ISEE sono, per esempio, il reddito di cittadinanza, le agevolazioni per gli asili nido e altri servizi educativi per l’infanzia oppure i servizi socio-sanitari a domicilio. Per quanto riguarda i servizi di pubblica utilità si può fare richiesta per benefici previsti da Comuni, Province e Regioni, come ad esempio le riduzioni sul trasporto pubblico, TARI e i ticket sanitari.

Prima di fare richiesta per gli aiuti economici (chiamati anche prestazioni sociali), i servizi sociali di assistenza e i servizi di pubblica utilità, i cittadini devono presentare il modello ISEE per indicare la propria situazione economica.

Come posso richiedere l’ISEE?

Per richiedere l’ISEE è necessario compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU), un documento che contiene i dati anagrafici, di reddito e patrimoniali di un nucleo familiare; ha validità dal momento della presentazione e fino al 15 gennaio dell’anno successivo.

Quali dati e documenti mi servono?

I dati contenuti nella DSU sono in parte autodichiarati (dati anagrafici e beni patrimoniali posseduti) e in parte acquisiti dall’Agenzia delle Entrate (reddito complessivo ai fini IRPEF) e da INPS (trattamenti assistenziali, previdenziali e indennitari). Vediamo insieme quali documenti servono.

Dati Anagrafici:

  • Codice fiscale di tutti i componenti della famiglia
  • Documento d’identità valido
  • Contratto di locazione registrato (se in affitto)

Redditi:

  • Modello 730 e/o Modello Unico; Modelli CUD per i dipendenti/pensionati
  • Dichiarazione IRAP (per gli imprenditori agricoli).
  • Certificazioni con eventuali compensi percepiti per le prestazioni occasionali da lavoratore autonomo (es: venditori a domicilio, ritenuta d’acconto, attività sportiva dilettantistica, etc.).
  • Certificazioni sui trattamenti assistenziali, indennitari, previdenziali non soggetti ad IRPEF (es. borse di studio o per attività di ricerca, assegno di cura, contributo affitto etc.). Sono esclusi i trattamenti messi a disposizione direttamente dall’INPS.
  • Certificazioni per redditi prodotti all’estero.
  • Assegni di mantenimento.

Patrimonio mobiliare:

  • Patrimonio mobiliare posseduto in Italia e/o all’estero (di tutti i componenti della famiglia).
  • Depositi, c/c bancari e postali, libretti, carte prepagate con iban: saldo e giacenza media annua da richiedere alla banca.
  • Altri strumenti e rapporti finanziari (es: carte prepagate, libretti Coop etc.)

Per ogni tipologia di patrimonio posseduto va indicato:

  1. Identificativo rapporto (numero del c/c, del libretto, del certificato, etc.).
  2. C.F. dell’operatore finanziario.
  3. Data inizio e fine del rapporto finanziario.

Patrimonio immobiliare:

Patrimonio immobiliare posseduto in Italia e/o estero (di tutti i componenti della famiglia):

  • Visure e/o altra certificazione catastale (atti notarili di compravendita, dichiarazione di successione, etc.).
  • Valore delle aree edificabili.
  • Quota capitale residua del mutuo (certificazione banca e/o piano di ammortamento).
  • Documentazione attestante il valore ai fini degli immobili detenuti all’estero.

Soggetti con riconoscimento di invalidità:

Certificato di invalidità ed handicap (denominazione ente, numero del documento e data del rilascio).

Autoveicoli e imbarcazioni di proprietà della famiglia:

  • targa o estremi di registrazione al P.R.A. di autoveicoli e motoveicoli di cilindrata pari o superiore a 500 cc.
  • targa o estremi di registrazione al R.I.D. di navi e imbarcazioni da diporto.

Prestazioni specifiche ISEE

In alcune situazioni specifiche, in base al tipo di prestazione che si vuole richiedere oppure alle particolari caratteristiche del nucleo familiare, non è utile l’ISEE ordinario, ma è necessario fornire ulteriori informazioni per calcolare ISEE specifici (ISEE “socio-sanitario”, ISEE “socio-sanitario Residenze”, ISEE “Università”, ISEE “Minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi”):

ISEE Minorenni con genitori non coniugati tra loro e non conviventi:

Utile per l'accesso alle prestazioni agevolate rivolte ai minorenni figli di genitori non coniugati tra loro e non conviventi.

ISEE socio-sanitario:

Utile per accedere a prestazioni sociosanitarie come l'assistenza domiciliare per le persone con disabilità e/o non autosufficienti oppure l'ospitalità alberghiera presso strutture residenziali e semiresidenziali per le persone che non possono essere assistite a domicilio.

ISEE socio-sanitario Residenze:

Utile per accedere a prestazioni residenziali come i ricoveri presso Residenze Socio Sanitarie Assistenziali (RSSA, RSA).

Isee Corrente (validità 2 mesi):

Si tratta di un ISEE aggiornato dei redditi e trattamenti degli ultimi 12 mesi quando si sono verificate rilevanti variazioni del reddito a seguito di eventi avversi (es. sospensione o riduzione dell’attività lavorativa o risoluzione del rapporto di lavoro a tempo indeterminato; termine di contratto di lavoro dipendente e tempo determinato di altre tipologie contrattuali flessibili; cessazione dell’attività lavorativa autonoma).

Hai bisogno di aiuto per richiedere l’ISEE?

Se hai bisogno di aiuto per compilare la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e richiedere l’ISEE, rivolgiti alla nostra sede più vicina: https://www.movingpeoplewld.com/it/trova-sede/

 

 

< Archivio